Vincenzo

  • Capretto
  • Autore

Recensione del 03.03.2021 su fortementein.com

6 Marzo 2021

“Il volto dell’inganno” è il thriller d’esordio di Vincenzo Capretto

Il volto dell’inganno cover libro

 

Clicca quì per l’originale

Già dal titolo, “Il volto dell’inganno” si capisce che nel romanzo di Vincenzo Capretto, Edizioni Dialoghi del Gruppo Utterson, la vita dei personaggi e le vicende narrate saranno avvolti da un velo di bugie, omissioni, segreti che costituiscono la struttura stessa del racconto. Certo, i cadaveri ci sono, come in ogni giallo che si rispetti, ma le colpe sono distribuite tra tutti, vittime comprese.

La vita agiata e serena di una coppia apparentemente felice di quarantenni, Alessandro e Beatrice, genitori di una splendido e malinconico bimbo di 11 anni, Leonardo, nasconde segreti inconfessabili, che vengono alla luce pagina dopo pagina, in un continuo gioco di specchi. A partire dall’immagine che lo specchio nel suo bagno privato restituisce a Beatrice: quella di una donna bellissima e insoddisfatta, che ha un bisogno quasi patologico di avere su di sé costantemente lo sguardo di ammirazione degli uomini, per sentirsi viva.

Il capofamiglia, Alessandro Mariani, è un geniale ricercatore che ha scoperto un farmaco in grado di sconfiggere il cancro al colon, ma è anche un uomo frustrato nelle sua ambizioni, che non riesce più a fare l’amore con sua moglie e che nutre grande risentimento nei confronti del suo capo che non gli accorda quella promozione che lui sa di meritare. Per giunta Ricardo Juan Jimenez, a capo dell’azienda farmaceutica JiRo è uno spietato manager che ha costruito la sua fortuna sull’inganno. E il suo fascino perverso farà breccia nel cuore di Beatrice, pronta a vivere con lui un’avventura eccitante.

L’apparente tranquillità della famiglia Mariani, poi, è sconvolta dall’arrivo della tata Greta Kuznetsova. Dietro un pallido sorriso si nasconde una donna cupa e misteriosa che inizia ad avere comportamenti sempre più strani. Le indagini di Beatrice sulla donna porteranno alla scoperta di un’infanzia di sofferenze e un recente ricovero in ospedale psichiatrico; ma allora perché proprio a lei Alessandro ha voluto affidare il benessere dell’adorato figlio?

Questi personaggi, con i loro segreti, si incontrano e si scontrano nelle pagine del libro che, pagina dopo pagina, si incupisce come il racconto delle fragilità umane che lo accompagna. Vittime e carnefici si confondono e la linea che separa il lecito dall’illecito si fa sempre più sottile, in un vortice di passioni e odio, in una lotta per il potere senza esclusione di colpi, fino all’omicidio. E alla fine la bellezza della superficie si sgretolerà mostrando il suo lato oscuro.

Con una scrittura sapiente e mai superficiale, Vincenzo Capretto costruisce una trama avvincente e un thriller psicologico che non delude le aspettative del lettore. Un ottimo esordio letterario in un genere popolare ma non facile, che fa ben sperare per il futuro.

0 likes
previous post next post