Vincenzo

  • Capretto
  • Autore

Recensione su tuttoh24.info del 10.04.2021

10 Aprile 2021

Clicca quì per l’originale

Il volto dell’inganno (Dialoghi editore) è un thriller nato da un sogno e, nello stesso tempo, una storia “salvifica” che ha permesso all’autore di rinascere una seconda volta. Vincenzo Capretto, militare della Marina e giornalista pubblicista, reduce da una separazione che gli aveva lasciato pesanti strascichi a livello psicologico, nell’estate di due anni fa aveva intenzione di scrivere un’autobiografia. Poi, appunto, complice un sogno, ha iniziato la stesura di una storia tormentata, popolata da personaggi ambigui e senza scrupoli. Una trama che affronta anche tematiche forti e attualissime, dall’ebrezza del potere da raggiungere a ogni costo agli abusi sui minori, dalle crisi coniugali alla forza sconvolgente dell’amore materno ai problemi mentali – leitmotiv del romanzo d’esordio di Capretto sono infatti la fragilità della mente e la natura ingannevole dell’essere umano.

Un caleidoscopio di personaggi ruota attorno alla coppia formata da Alessandro e Beatrice. È, in apparenza, una bella famiglia, con il piccolo Leo e una quotidianità appagante. Alessandro lavora in una multinazionale farmaceutica, Bea – viziata, determinata e bellissima – non disdegna occhiate e apprezzamenti da altri uomini. Quando arriva Greta, un’educatrice che dovrà occuparsi di Leo, qualcosa però si incrina. È una donna ombrosa e Bea percepisce alcune stranezze nel comportamento della governante. Anziché mandarla via, però, anche per l’insistenza di Alessandro che nota una maggiore serenità di Leo da quando c’è Greta, inizia a indagare nel passato della donna. Ciò che verrà fuori sarà sconcertante e andrà di pari passo con una serie di colpi di scena, pianificazioni machiavelliche e rivelazioni agghiaccianti.

Intanto, la smania del potere si insinua anche nelle pieghe della vita di coppia: Beatrice e Alessandro vivono il conflitto come unico motivo di eccitazione in un’esistenza altrimenti piatta e deludente, e di esso si nutrono fino ad esaurirsi, fino a prendere decisioni aberranti che, con la loro forza distruttiva, vanno a coinvolgere tragicamente anche tutti gli altri personaggi della storia. E alla fine non rimangono che macerie là dove poteva esserci un rifugio sicuro, che la sete di vendetta, l’ossessione malata e l’ambizione più sfrenata hanno demolito pezzo dopo pezzo.

L’autore, nato a Napoli nel 1979, collabora come redattore per la testata sportiva online Footballweb e per la rivista online di profilo economico-finanziario Kompetere Journal.

Rossella Montemurro

Pubblicità

0 likes
previous post next post